pietrocivera

Pietro Civera

Milan, IT 🇮🇹 🔵Speaker 📻MC 🎤 🔵Cinemaniac 📽Blogger 🖋 🔵Traveller 🌍Photoamateur 📸 ON AIR on Radio VivaFM 🎙

Potremmo commentare l’opera artistica Upside Down Mushroom Room di Carsten Höller con occhio critico. Oppure potremmo capire se anche a voi ricorda un cartone animato cult di ben 79 anni fa. Scrivete il titolo nei commenti. In palio 100 punti a Grifondoro come sempre.🍄 P.s. sono commosso, è la prima volta che esiste l’emoji che sto cercando.
2000 metri, montagne innevate, un raro sole caldo per essere gennaio e continui ad ordinare amari perché non vuoi tornare a casa. Ma non per i motivi che pensate voi. Non per il lavoro, non per la nebbia di Milano e nemmeno per il traffico. Guardi l’orizzonte e sai bene che, quando tornerai, dovrai ancora disfare tutti gli addobbi, con quella seducente idea di evitare lo sbattimento lasciando l’albero di Natale libero di esprimersi anche ad agosto.🎄
Tempo fa, inizio a guardare Frozen in tv. Convinto di trovare Elsa, Anna, Olaf ed il magico mondo Disney, sprofondo invece nella più totale delusione quando scopro di un infame caso di omonimia. Mi ha riportato ai tempi in cui avevo scaricato Alla Ricerca di Nemo su Napster, per poi scoprire dopo 18 ore di download che si trattava di Mutandine Strappate.🔞 Continuo imperterrito nella visione di questo film low budget con attori che si sono giocati, male, la loro grande occasione dopo anni di comparsate in serie tv minori. Quel che è peggio, di magico non c’è proprio nulla. É la storia vera di un gruppo di imbecilli che per fare l’ultima discesa della giornata oltre l’orario consentito rimangono bloccati su una seggiovia da qualche parte in montagna nel New England. Naturalmente li ritrovano il giorno dopo duri come dei Polaretti. ECCO a cosa penso tutte le volte che salgo su una seggiovia.🥶
Ammetto che le piste da sci non sono proprio il mio habitat naturale. Da piccolo mi portavano a fare lezione con il maestro, ma ero talmente una pippa che mollavo lo skilift troppo presto e tornavo indietro facendo strike con le chiappe. Poi non sopporto il freddo, detesto alzarmi presto la mattina e ho delle serie difficoltà con le altezze.⛷ Quando poi sono diventato abbastanza grande da ottenere potere decisionale, ho appeso gli sci al chiodo e mi sono dedicato all’unico e solo sport da montagna che posso amare: il magna e bevi.🍖🧀🍷
Una delle certezze di questo 2019: il Naviglio Grande é ancora lì, ed è uno spettacolo come sempre, con quei colori che sembrano dipinti dallo stesso genio che li ha progettati, Leonardo da Vinci.🎨
地點:Navigli
E comunque io amo il Natale anche perché il mio cane, dopo ben 11 anni, sembra ormai essersi arreso all’idea di doversi prestare a fare qualunque cosa, compreso indossare un cappello da Babbo Natale. Si, Enea è un santo, ma prima che pensiate che sia stato obbligato con la forza, sappiate che appena ho preso in mano i biscotti, ha capito che era il momento della foto e si è posizionato da solo sul divano. Ho dovuto poi schiodarlo da lì con la forza. Goloso. 🐶🎄🎁
地點:Cuneo
Vi ricordate l’ultima volta che avete scritto la letterina a Babbo Natale? Io avevo chiesto una fattoria giocattolo da montare, un paio di scarpe e dei pesci rossi. E comunque avevo ricevuto ugualmente anche un pigiama, calze e profumo, ma andava bene, perché gli interessi in tenera età sono puramente materiali. Nessun bambino chiederebbe mai del tempo da passare con i propri genitori o un interrail. Poi le cose cambiano, ed ognuno di noi scopre l’esperienza insostituibile del viaggio. Quest’anno ho scritto la letterina. Non per Babbo Natale, avrà già avuto il suo bel da fare, l’ho scritta per me stesso. È una lista di tutti posti che vorrei visitare nell’anno che verrà.🗺 Durante la mostra #UnknownPlaces , alla Triennale di Milano, ho però scoperto che ci sono dei luoghi così spettacolari da...non poter essere visitati! Vi mostro il perché in un video (scorri a destra)👉🏻 #SayYesToTheWorld @Lufthansa *adv✈️
地點:Milan, Italy
Amo il Natale.🎄 Lo so, sembra che il mondo si divida in due, chi lo ama e chi lo odia, un po’ come il mondo dei Chi e quello del Grinch. Credo fermamente che questo non dipenda dalla festività in se, ma dall’esperienza. Ho avuto la fortuna negli ultimi 30 anni di vivere sempre dei Natali estremamente felici. Il tutto tra una mamma appassionata di addobbi che ogni anno va in giro con un cerchietto in testa e accende la casa come se fosse il castello di Disneyland, un papà che cucina divinamente e che per anni ha mangiato i biscotti e bevuto il latte sul camino, un fratello pronto a giocare insieme dopo aver scartato i regali, una nipote dolcissima, un cane che si presta (povero martire) a scattare fotografie come un fotomodello e poi gli amici, pronti a brindare alla mezzanotte della vigilia. Mi rendo conto di quanto io debba essere grato, avere una famiglia felice è un dono raro. Il Natale non fa altro che offrire l’occasione per poter stare tutti assieme a sorridere e, perché no, anche a discutere, è il bello di vivere in una famiglia normale, e non in quella del Mulino Bianco. Ció che vi auguro è che questo Natale possa diventare un’occasione. Un’occasione per fare qualcosa di buono, per una parola gentile, per togliervi una soddisfazione, per dire quello che vi siete sempre tenuti dentro, per fare quella cosa che avreste sempre dovuto o voluto fare, per essere la versione migliore di voi stessi. Buon Natale! 🎁💫
地點:Cuneo
Ho superato i 30 anni, sono alto un metro e 83 centimetri, voce profonda, i peli certo non mi mancano e non sono mai stato granché impressionabile. Poi ho visto questi tre, e mi sono trasformato nella versione penso più inquietante di me stesso: la voce si è alzata improvvisamente a livello Winx, ho cominciato a muovermi in modo frenetico, sul viso è comparso un sorriso inebetito e non riuscivo a smettere di baciarli. Praticamente un mostro. Però quelle tre piccole pesti sono quanto di più dolce io abbia mai visto in vita mia.🐶🍁
地點:Milan, Italy
Mi piace passeggiare in autunno, ho scoperto che anche un sole freddo può scaldare un essere umano. È sufficiente osservarlo dalla prospettiva giusta. ☀️🍁
Quando decidi di salire in cima a La Rocca di Manerba, in una soleggiata giornata di fine autunno, devi tenere presente due cose: la prima è che alla fine della passeggiata avrai la faccia imbalsamata dal freddo, la seconda è che avrai ai tuoi piedi tutto lo spettacolo che offre il lago di Garda in questa stagione. 🍁🍂
Rimango a Cuneo sempre per poche ore, ma tornare a casa, banalmente, è sempre bellissimo. Quando attraverso quel ponte è come se in un attimo tornassi al liceo, al negozio dei miei genitori, al Natale in famiglia e alle piacevoli estati con gli amici.🍁
地點:Cuneo
next page →